Home » Primo piano » Cosa vedere a Torino in un giorno

10 Maggio 2022

Cosa vedere a Torino in un giorno

Il capoluogo piemontese è una delle città più affascinanti d’Italia e sta vivendo grandi eventi: ecco qualche consiglio su cosa visitare per chi passa di qui

Sara Albanese

Veduta di Torino con la Mole Antonelliana

Torino ospita grandi eventi

Torino nell’ultimo anno sta lasciando tutti a bocca aperta, fra le Nitto Atp Finals del novembre scorso, il Salone del Libro che ritorna dal 19 al 23 maggio, il Giro d’Italia che passerà il 21 maggio e, ultimo ma non meno importante, l’evento che tutti aspettavamo: l’Eurovision Song Contest, al via da stasera.
Un calendario pieno di appuntamenti, su cui la città intende puntare per la propria promozione turistica. Il capoluogo piemontese è tutto da scoprire e maggio è il mese perfetto: ecco cosa vedere in un giorno.

Sarà scontato, ma non può mancare la Mole Antonelliana, il simbolo di Torino da cui si può ammirare una delle viste più belle sulla città. La struttura ospita il Museo Nazionale del Cinema, che ha un ricchissimo patrimonio tra documenti d’archivio, fotografie, oggetti d’arte e attività scientifiche e educative. È consigliata la prenotazione e se si acquista il biglietto online si salta anche la coda.
Dopo la visita, a pochi passi, si può andare in una delle più belle piazze della città e una delle più grandi d’Europa: Piazza Vittorio Veneto, da dove è possibile ammirare la Chiesa della Gran Madre, con la collina torinese sullo sfondo.

Non distante del centro della città si trova il più famoso e antico parco pubblico della città, il Valentino, dove i torinesi amano fare passeggiate e jogging, o semplicemente leggere un libro o ascoltare della musica sdraiati sul prato; noi consigliamo di fermarsi per fare un piccolo picnic vicino alle rive del fiume Po. All’interno troverete il Borgo Medievale, una riproduzione di un villaggio feudale dallo stile gotico e l’Orto botanico, uno dei più importanti centri di studio d’Italia, dove si possono ammirare esemplari di piante e fiori rari.

Dal parco si può poi raggiungere il Monte dei Cappuccini, uno dei punti panoramici più belli della città insieme a Superga. Raggiungerlo è davvero semplice: per chi preferisce si può salire a piedi, altrimenti è possibile avvicinarsi anche con i mezzi pubblici. Una volta arrivati si vedrà la struttura barocca di Santa Maria al Monte.

È quasi ora di cena: prendete un pullman e dirigetevi verso la zona del Quadrilatero romano, dietro il famoso mercato di Porta Palazzo, dove troverete moltissimi locali per fare aperitivo e potrete scegliere tra ristoranti etnici, vegetariani o con piatti tipici piemontesi. È infatti uno dei centri della movida notturna di Torino e per molti è come una piccola Parigi, con i suoi vicoletti e locali caratteristici.
Quali sono i posti da non perdere? Per l’aperitivo – qui chiamato anche aperi-cena, perché spesso non si tratta solo di stuzzichini – suggeriamo la Conserveria del Pastis, mentre per la cena non può mancare Cianci Piola Caffè, un locale piccolo ma che in primavera ed estate ha un dehor enorme che occupa quasi tutta la Piazzetta IV Marzo; propone piatti della tradizione piemontese in un ambiente amichevole e informale a prezzi davvero bassi.

 

Tag: , , , ,

Categorie: Primo piano, Scoprire Torino

Lascia un commento