Home » Cultura » A Torino le stelle della giovane danza europea

21 maggio 2013

A Torino le stelle della giovane danza europea

Da domani al 19 giugno la nostra città si trasforma in un gigantesco palco pronto ad accogliere le ultime novità della danza internazionale

Giulia Porzionato

Danza contemporanea

Fino al 19 giugno Torino diventa il centro della giovane danza europea

La parola chiave è: danza. O per lo meno lo sarà a Torino dal 22 maggio al 19 giugno. E’ infatti prevista per quei giorni “Interplay”, che renderà la nostra città centro della giovane danza europea, grazie al festival organizzato dall’Associazione Mosaico che permette di mettersi in mostra a giovani artisti emergenti della danza.

INTERPLAY: LET’S DANCE!
Proprio questo è, infatti, lo scopo con cui è nato Interplay, giunto ormai alla sua XIII edizione: non solo promuovere i giovani ballerini emergenti ma anche portare allo sguardo del grande pubblico le più importanti novità nazionali e internazionali, con una selezione del meglio della danza contemporanea. Inoltre, grazie alla vincita del Bando Europa Cultura 2007/2013, a maggio 2014 sarà presentato un nuovo progetto in collaborazione con i partner di Francia, Inghilterra, Olanda e Canada.
La ricerca sarà il punto focale di questa edizione: la ricerca dell’innovativo da parte di giovani coreografi che vogliono portare sui parchi europei un lavoro fresco e mai visto prima.

PROGRAMMA E PROTAGONISTI
Il 22 e il 23 maggio il festival apre i battenti al pubblico al Teatro Astra, per poi spostarsi nei giorni seguenti in luoghi caratterizzanti il capoluogo torinese grazie ai Blitz Metropolitani: da piazza Vittorio Veneto con interventi in site specific, alle Fonderie Limone, fino al quartiere di Barriera di Milano che vedrà la presentazione di alcuni progetti speciali.
Inoltre sarà presente un laboratorio gratuito di teatro-danza rivolto a un pubblico senza limiti d’età, che potrà partecipare all’evento finale dell’8 giugno.
Come ha anticipato il coreografo Dario La Stella: «Non sarà tanto un’opera site-specific, quanto un lavoro di “addomesticamento dell’urbano”, una possibilità di giocare con la città». E’ stata la vincita del bando “Urban” a permettere questa prospettiva, con lo scopo di apportare genericamente migliorie al territorio di quartiere.
Tra danzatori distintisi nel mondo della danza odierno, nuove proposte, coreografi audaci e nuovi talenti, ecco alcuni nomi: Sharon Friedman, Ferenc Feher, Alessandro Sciarroni, Mor Shani, Shang Chi Sun e James Cousin e la compagnia francese Beau Geste (con uno spettacolo improntato sulla relazione tra l’uomo e la macchina).

Link utili:
Interplay
Associazione Mosaico

 

Avete mai visto uno spettacolo di danza? Qual è il vostro tipo di danza preferito?

Tag: , ,

Categorie: Cultura

Lascia un commento