Home » Intercultura » Il giro del mondo in 80 moschee

18 gennaio 2016

Il giro del mondo in 80 moschee

Venerdì al Circolo dei Lettori si è svolto il primo di cinque appuntamenti dedicati alla cultura islamica, organizzati dai giovani di EquiLibri d’Oriente

Alessia Galli della Loggia

Un momento dell'incontro di venerdì al Circolo dei Lettori

Un momento dell’incontro di venerdì al Circolo dei Lettori (dalla pagina Facebook di EquiLibri d’Oriente)

Una pulita alle lenti degli occhiali e si parte. Aereoporto? Stazione? No, Circolo dei Lettori di Torino, che venerdì 15 gennaio ha ospitato la proiezione di immagini delle moschee più affascinanti del pianeta, evento curato dal progetto culturale EquiLibri d’Oriente, consentendo agli spettatori di visitare il mondo attraverso i luoghi sacri dell’Islam.

ERAVAMO 4 AMICI AL BAR
I giovani sono soliti ritrovarsi in un bar a chiacchierare davanti ad un aperitivo o ad un buon caffè. Ed è stato in un’afosa giornata torinese del luglio 2012 che alcuni ragazzi seduti ad un tavolino di un bar della stazione hanno deciso di realizzare un progetto che potesse dar voce e spazio alla loro passione per la cultura: dal settembre di quello stesso anno EquiLibri d’Oriente ha iniziato a prendere forma. Un progetto che si impegna nell’organizzazione di eventi finalizzati a esaltare le qualità artistiche e letterarie della civiltà islamica, in tutti i suoi colori e in tutte le sue sfaccettature. Una ventata di positività valorizzata dalla preparazione dei giovani che costituiscono l’organizzazione culturale, dal loro sprint, dal coinvolgimento e dall’interazione con il pubblico.

DALLA STAZIONE AL CIRCOLO DEI LETTORI
Gli eventi vengono ospitati nella sede del Circolo di via Bogino 9, si susseguono con cadenza mensile e sono organizzati a turno dai ragazzi di EquiLibri d’Oriente, che volta per volta si documentano in modo approfondito sul tema trattato.
Sono giovani provenienti da vari Stati a maggioranza islamica, arricchiti di un bagaglio culturale che gode dell’interazione tra la tradizione del Paese d’origine e l’integrazione in Italia, giovani che attraverso lo studio e la lettura hanno voluto riscattare l’immagine di una cultura di cui ormai si parla ogni giorno ma di cui spesso si conosce poco il lato artistico.

LE MOSCHEE: UN PUZZLE DI CIVILTA’ SOTTO LA CUPOLA
Le moschee inizialmente nascono con la funzione ricreativa di un luogo di raccolta da considerare “la casa di tutti”, dove poter sì pregare, ma anche cucinare e organizzare giochi di società.
La Casa del Profeta Mohammed del 707 d.C. costituisce la prima moschea islamica, si trova a Medina (Arabia Saudita) ed è caratterizzata dal portico realizzato in legno di palma, dal pozzo centrale e dalla cupola di colore verde. Una struttura le cui mura sono state adornate con elementi decorativi in oro, pietre preziose, mosaici bizantini e con l’utilizzo dei versetti coranici in caratteri arabi che creano un notevole effetto ornamentale, elementi che andranno ad influenzare l’architettura delle moschee successive.
Al Circolo dei Lettori sono state proiettate fotografie a testimonianza della maestosità dei luoghi islamici sparsi per il mondo, con secoli di storia alle spalle che ne hanno mantenuto la sacralità, un viaggio immaginario abilmente commentato da Ussama Dannawi, di origine siro-libanese, e da Syed Mohammed Asghar, di origine pakistana, due giovani studenti che hanno saputo mantenere alta l’attenzione con spiegazioni storiche ed artistiche arricchite da aneddoti e leggende.
Non resta che chiudere i bagagli e continuare questo tour interculturale all’insegna dell’esotismo, dando appuntamento al prossimo incontro, il 26 febbraio alle 18, con Il grembo dell’Islam.

Tag: , , ,

Categorie: Intercultura

Commenti (4)

  1. roberto ha detto:

    Argomento interessante, esposizione appropriata, apprezzabile equilibrio descrittivo, buon “taglio” giornalistico!
    In conclusione, ottimo articolo!

  2. Giulia ha detto:

    Grazie per l’interessantissimo tour interculturale…mediante un profilo meno banale e scontato rispetto alla media.

  3. Lucia ha detto:

    Complimenti Alessia articolo interessante.mi hai fatto rivivere quelle emozioni che ho0 provato durante i miei viaggi.Grazie et Complimenti

  4. Federico ha detto:

    Una presentazione degna dell’evento, al quale cercherò di non mancare!!

Lascia un commento