Home » Cultura » Presentata la 34a edizione del Lovers Film Festival

11 Aprile 2019

Presentata la 34a edizione del Lovers Film Festival

Quest’anno la rassegna di cinema Lgbtqi, dal 24 al 28 aprile, è dedicata al tema della visibilità, nel 50° anniversario della nascita dei movimenti di liberazione omosessuale

Francesca Vaglio Laurin

Lovers Film Festival 2019

La presentazione del Lovers Film Festival 2019

Ieri al Circolo dei Lettori il fondatore Giovanni Minerba e la direttrice Irene Dionisio hanno illustrato in conferenza stampa il Lovers Film Festival 2019, kermesse cinematografica Lgbtqi che si svolgerà dal 24 al 28 aprile al Cinema Massimo.

Creato nel 1985 da Ottavio Mai e Minerba con il nome originario Da Sodoma a Hollywood, il festival è stato il primo a tema Lgbt in Europa e oggi rappresenta un vero e proprio punto di riferimento nel panorama culturale internazionale. Dopo una serie di evoluzioni che hanno coinvolto anche il nome della rassegna, da tre anni a questa parte l’evento è stato ribattezzato Lovers film Festival, contestualmente alla nomina a direttrice artistica di Dionisio al posto di Minerba, che mantiene però un ruolo centrale nell’organizzazione.

L’edizione di quest’anno, la numero 34, è dedicata al tema della visibilità come mezzo per esistere e resistere e – nelle parole della direttrice Dionisio – vuole essere un modo per raccontare attraverso il cinema l’evoluzione della battaglia per i diritti civili e del movimento di liberazione omosessuale. Un festival dallo spirito militante, che coincide con il 50° anniversario dei Moti di Stonewall del giugno 1969 (in cui ci furono violenti scontri a New York fra la polizia e gruppi di omosessuali), riferimento storico fondamentale per la comunità Lgbtqi che sarà celebrato lungo tutta la durata della rassegna.

Il festival quest’anno vanta un programma molto ricco: 102 i titoli in programma, tra cui molte anteprime nazionali e mondiali, che concorreranno in quattro diverse sezioni (All The Lovers, Real Lovers, Irregular Lovers e Future Lovers). A queste si aggiungono poi altri quattro premi speciali: quello del pubblico, quello assegnato dal quotidiano La Stampa, il premio Milk alla carriera e quello dedicato alla memoria di Giò Stajano, una tra le figure più importanti della cultura Lgbtqi italiana.

L’appuntamento si caratterizza anche quest’anno per un respiro internazionale, a partire dalle 28 nazioni rappresentate e dalla platea degli ospiti speciali che accompagneranno le cinque giornate. Tra questi l’attore austriaco Helmut Berger, il regista newyorchese Ira Sachs e la svedese Erika Lust, autrice di pellicole pluripremiate in diverse rassegne europee di cinema erotico. Ma ci saranno anche interpreti di rilievo del panorama cinematografico italiano, come Giancarlo Giannini – ospite della serata di apertura – e Alba Rohrwacher, madrina di questa 34a edizione.

Se è il cinema a fare da protagonista indiscusso del Lovers, non manca lo spazio per eventi collaterali e altre forme di espressione artistica. Tre le mostre in programma: Querelle, l’individuo al riscatto di Antonio Minerba al Mau – Museo di Arte Urbana; Stonewall Inn, rassegna di opere dedicate ai Moti di Stonewall ospitata al Circolo dei Lettori e Asia Argento Antologia Analogica, una selezione di fotografie realizzate dall’attrice che saranno esposte al Museo Nazionale del Cinema. Per quanto riguarda la musica, tra gli ospiti del festival ci saranno icone torinesi come Samuel dei Subsonica, la provocatoria cantante Myss Keta e la star del web e della tv Drusilla Foer.

La conclusione dell’evento, oltre alla consueta premiazione dei concorsi e alla presentazione delle date della prossima edizione, vedrà il passaggio di consegne da Irene Dionisio – giunta al termine della sua esperienza con il Lovers – al nuovo direttore artistico, il cui nome verrà annunciato nel corso della serata di chiusura del 28 aprile.

In attesa dell’inizio ufficiale della 34a edizione, i più impazienti possono trovare sul programma anche gli appuntamenti del prefestival, che a partire da oggi scandiscono l’avvicinarsi alla data di apertura.

 

Tag: , , , ,

Categorie: Cultura, Primo piano

Lascia un commento