Home » Primo piano » Val d’Aosta, Londra, Nizza: tre mete per una vacanza post sessione

12 Febbraio 2020

Val d’Aosta, Londra, Nizza: tre mete per una vacanza post sessione

Sfiniti dal periodo invernale di esami? Fatevi un regalo: un piccolo viaggio per liberare la mente prima dell’inizio delle lezioni

Fabiana Re

Veduta di Nizza dall'alto, prospettiva dal golfo

Nizza può essere un’ottima meta per una vacanza invernale

Gli studenti universitari lo sanno bene. Con le vacanze di Natale che troppo spesso perdono la loro luce di fronte agli incombenti esami invernali e l’estate ancora simile a un miraggio, a fine sessione un break è d’obbligo. Una breve fuga dalla città per ricaricare le energie e ricordarsi che, al di là delle sudate carte universitarie, là fuori c’è un mondo meraviglioso che aspetta di essere esplorato.
Per tutti voi abbiamo quindi selezionato tre mete perfette per una piccola vacanza prima che ricomincino le lezioni. Dagli sconfinati spazi aperti ai tour per musei e negozi, ce n’è per tutti i gusti. Parole d’ordine? Destinazioni vicine e budget friendly.

FUGA DALLA CITTÀ: IL SILENZIO DELLA MONTAGNA A CHAMOIS
Siete sopravvissuti non solo agli esami, ma anche all’inquinamento di Torino e ora sognate di andare in ritiro spirituale in un’oasi di tranquillità lontana dai rumori (e dagli odori) del traffico. Il luogo dei vostri desideri esiste ed è più vicino di quanto pensiate: si chiama Chamois ed è un piccolo borgo della Valle d’Aosta situato a 1.815 metri. La sua particolarità? È l’unico “paese senz’auto” in Italia ed è raggiungibile solo a piedi o in funivia. Conseguenze: silenzio rotto solo dai suoni della natura, aria frizzante e pura, un villaggio in cui il tempo sembra essersi fermato.
L’inverno sublima il fascino di Chamois, che ricoperto di neve somiglia a quei paesi fatati che immaginavate da piccoli. Immersi nella calma e a stretto contatto con la natura alpina, non avrete di che annoiarvi: tra 17 km di piste da sci, passeggiate con le racchette da neve e itinerari di sci alpinismo (per i più allenati), le giornate trascorreranno serene, riattivando i muscoli intorpiditi dalle troppe ore di studio. Per un soggiorno indimenticabile e a portata di tutte le tasche potete recarvi al Rifugio Alpino l’Ermitage, un tipico chalet in pietra e legno in posizione panoramica.

LONDON CALLING: ORA O MAI PIÙ
Certo, eravate in sessione e non avete avuto tempo di seguire le notizie di attualità, ma vi sarà giunta voce dell’avvenuto divorzio tra Regno Unito e Unione Europea. Quali conseguenze ha la Brexit per quanti vogliono fare un viaggetto oltremanica? Nell’immediato, quasi nessuna: i dettagli della “separazione” non sono ancora stati definiti e in questo periodo di transizione la cara, vecchia carta d’identità è ancora sufficiente per varcare il confine inglese. Tuttavia le autorità britanniche sostengono che a un certo punto del 2020 la sua validità potrebbe essere interrotta. Meglio allora cogliere al volo l’occasione di vedere (o rivedere) la capitale britannica prima che diventi obbligatorio fare documenti extra.
C’è sempre un buon motivo per andare a Londra: la sua vita vibrante, i musei (in gran parte gratuiti), i mercatini vintage, i negozi di Oxford Street, il cambio della guardia… Dettaglio in più da non sottovalutare, la città è costellata di ostelli che vi permetteranno di risparmiare un bel po’ nonostante la sterlina. Un consiglio? L’Astor Victoria, in posizione centrale e dotato di cucina.

IL MARE D’INVERNO: LA CÔTE D’AZUR
Chi è insensibile al fascino malinconico del mare d’inverno? Le spiagge deserte e libere da sdraio e ombrelloni, pochi turisti e quel tepore che solo la costa sa regalare… Se poi si va in una località già di per sé intrisa di fascino come l’iconica Nizza, in Costa Azzurra, la vacanza perfetta è servita.
Liberate la mente dalle troppe nozioni assimilate in queste ultime settimane respirando a pieni polmoni l’aria ricca di iodio della riviera francese, passeggiate sulla Promenade des Anglais, viziatevi a suon di crêpes, baguette e insalate à la Niçoise… Ve lo siete meritato. Se capitate in città nella seconda metà di febbraio non perdetevi il Carnevale dei Fiori con la sua celebre Bataille des Fleurs. Per dormire a poco prezzo in un ambiente giovane e internazionale, l’ostello Villa Saint Exupéry Beach fa al caso vostro.
E voi? Vi regalerete una vacanza dopo gli esami?

 

Tag: , , , , ,

Categorie: Primo piano, Vacanze-weekend

Lascia un commento