Home » Cultura » Il Museo del Cinema si rinnova

7 gennaio 2014

Il Museo del Cinema si rinnova

Entro un anno il restyling dell’intero allestimento, con tecnologie digitali, WiFi e mobile, all’insegna dello slogan “Il museo per tutti, il museo per te”

Veronica Minniti

Museo del Cinema

Per il 2015 il Museo del Cinema sarà completamente rinnovato

Sono passati sette anni dall’ultimo importante restyling, organizzato in occasione delle Olimpiadi Invernali del 2006, e ora il Museo Nazionale del Cinema sarà protagonista di un nuovo progetto di rinnovamento degli allestimenti e dei contenuti.
La prima parte dei lavori, finanziati dalla Compagnia di San Paolo e dalla Camera di Commercio con 600mila euro, sarà conclusa entro aprile di quest’anno, ma per vedere il museo completamente rinnovato dovremo attendere il 2015. L’obiettivo è quello di migliorare l’esperienza di visita di tutti i tipi di pubblico: particolare attenzione sarà rivolta alle persone disabili, sarà facilitata la conoscenza delle opere esposte e sarà possibile scegliere percorsi personalizzati.

CHE COSA CAMBIERA’
Il rinnovamento del museo del cinema sarà all’insegna della tecnologia. Infatti, con il sostegno della Camera di Commercio e il coordinamento tecnologico di Torino Wireless, sarà disponibile una rete WiFi aperta e gratuita, accessibile da tutti i livelli della Mole Antonelliana. È prevista anche la creazione di tag disposti lungo il percorso di visita per consentire la visualizzazione di contributi aggiuntivi attraverso smartphone personali o iPad in dotazione.
Ci saranno inoltre didascalie digitali su tablet da 9 e 7 pollici (101 sono già pronti e ad aprile saranno 250) e saranno introdotte inedite postazioni interattive: ad esempio, sarà possibile visionare l’inaugurazione del Roxy Theater nel 1927 con Gloria Swanson e i primi provini di Marylin Monroe.
Ci sono però aree già rinnovate, come quella dell’Archeologia del Cinema, che ha avuto un riallestimento di 60 metri di teche contenenti oggetti, fotografie e video riguardanti le opere custodite nei depositi.

PER LA CITTA’ E PER LE AZIENDE
Per il Direttore Alberto Barbera, si tratta del più ambizioso progetto di rinnovamento che abbia coinvolto il museo a partire dalla sua apertura, avvenuta nel 2000.
Come sottolineato da Guido Bolatto, Segretario Generale della Camera di Commercio di Torino: «Sono essenzialmente due i motivi per cui l’ente camerale ha voluto assicurare il proprio impegno in questa ingente opera di rinnovamento espositivo: da un lato per l’importanza che il Museo riveste nell’ambito della sempre più affermata identità turistica della città; dall’altro, per permettere all’ampio tessuto delle aziende tecnologiche del territorio di mettersi alla prova proponendo soluzioni avanzate e innovative».

Link utili:
Museo del Cinema

 

Conoscete il Museo del Cinema? Vi piace l’idea del rinnovamento tecnologico di cui sarà protagonista?

Tag: , ,

Categorie: Cultura

Lascia un commento