Home » Scoprire Torino » La città che scivola dagli occhi

21 dicembre 2017

La città che scivola dagli occhi

Focus Torino Turistica: un itinerario in punta di piedi che con una certa poesia accompagna chi non vuol essere solo turista, ma viaggiatore

Mario Acciaro

Piazza San Carlo – Foto di Federico Mereu

Con i suoi molti volti, Torino aderisce perfettamente al viaggiatore che percorre i suoi corsi e le sue piazze. Non è inusuale trovarsi a camminare con il naso per aria, incantati da uno scorcio illuminato dal sole che filtra tra i palazzi, o sedersi a riprendere fiato su una panchina, in uno dei meravigliosi parchi della nostra città. Apprezzare la bellezza e l’ordine delle vie, gli incroci ampi e gli edifici curati, è un’attività per la quale non servono itinerari o destinazioni predeterminate, anzi viene naturale scoprire cosa si celi dietro il prossimo angolo.

Il viaggiatore che esca da Porta Nuova e posi per la prima volta lo sguardo su corso Vittorio viene accolto dall’avvolgente abbraccio di Piazza Carlo Felice e invitato a passeggiare sotto i portici di via Roma, dove i suoi sensi vengono stimolati da profumi fragranti, il momento ideale per un caffè e un tradizionale gianduiotto.
Pochi isolati e il viaggiatore intravede fra due chiese stranamente gemelle un ampio spazio, sino a quel momento celato ai suoi occhi: piazza San Carlo con la sua maestosa ampiezza e la statua equestre di Emanuele Filiberto a sorvegliarne l’ingresso. Una tale meraviglia circondata da eleganti portici spinge il visitatore oltre, trainato dalla promessa di altrettanta bellezza.

Percorso l’ultimo tratto di via Roma il viaggiatore ammira le imponenti vestigia del Regno dei Savoia che si affacciano su piazza Castello, con le sue fontane e i suoi artisti di strada. Palazzo Reale e Palazzo Madama sembrano tenersi per mano, mentre un tram arancione stride sulle rotaie.
Le fontane nascoste della piazza producono un’atmosfera surreale mentre una musica lontana attira il viaggiatore verso il Teatro Regio e lo invita a scoprire via Po, con i suoi portici e le vie laterali. Pochi minuti e la meraviglia esplode nel cuore del viaggiatore: il colpo d’occhio spettacolare di piazza Vittorio Veneto richiede qualche secondo per essere processato dagli occhi, mentre lo sguardo declina dolcemente verso il Po.

Tag: , , , ,

Categorie: Scoprire Torino

Commenti (1)

  1. luciana ha detto:

    Porta Nuova – piazza Vittorio è anche il mio itinerario preferito.
    Belle suggestioni, hai talento!
    Luciana

Lascia un commento