Home » Primo piano » Lo spettacolo del cielo di giugno

14 Giugno 2019

Lo spettacolo del cielo di giugno

Dalla Luna fragola al solstizio d’estate, questo mese sarà particolarmente interessante dal punto di vista astronomico

Carlotta Bianchini

Luna piena

Fra il 17 e 18 giugno ci sarà la “Luna fragola”

Ci stiamo avvicinando all’estate e anche se il tempo, soprattutto al Nord Italia, resta molto incerto, si dice che la bella stagione sia alle porte e che manchi davvero pochissimo a quelle calde giornate soleggiate.
Come sempre in questo periodo, è frequente iniziare a trascorrere le serate all’aria aperta, magari tra amici, a guardare le stelle. Che ci si trovi al mare o semplicemente un po’ fuori dalla città, magari in campagna, il naso dei curiosi punta all’insù verso il cielo, sperando di assistere a qualche spettacolo particolare. Un periodo molto rilassante e stimolante per gli appassionati, che hanno così l’occasione di rimontare il telescopio e piazzarsi all’aperto in una sera fortunata e poter osservare la volta celeste.
Il 27 luglio dello scorso anno c’era stato moltissimo fermento per la Luna Rossa, l’eclissi totale che aveva incantato mezzo mondo. Vediamo invece cosa ci aspetta quest’anno, nel primo mese d’estate.

LUNA FRAGOLA
Il primo evento significativo sarà la cosiddetta “Luna Fragola” che avrà luogo nella notte tra il 17 e il 18 giugno, quando il nostro satellite brillerà alto nel cielo. Il nome un po’ fantasioso non indica altro che la luna piena di giugno. Alle 10.31 di lunedì 17 la Luna raggiungerà quindi la fase di plenilunio.
Perché Luna Fragola? Tutto deriva da un’usanza dei nativi americani, in particolare dalle tribù del Nord America confinanti con il Canada, i quali seguivano un calendario di tipo lunare che rispettava e omaggiava i raccolti. Proprio in questa fase dell’anno i frutti protagonisti erano le fragole, fonte di nutrimento e dono della natura prediletto che portava le tribù a organizzare una vera e propria festa per l’occasione.
Noi da Torino potremo ammirare il cielo da numerosi punti panoramici: la Basilica di Superga, il Monte dei Cappuccini, il Colle della Maddalena, piazza Vittorio e tanti altri, ma non potremo assistere al momento esatto in cui la luna è “completa” perché sorgerà all’orizzonte intorno alle 21, mentre il tramonto avrà luogo lunedì intorno alle 5.40.

SOLSTIZIO D’ESTATE
Arriva il giorno più lungo dell’anno. Il 21 giugno la luce durerà più di 15 ore e l’estate potrà così dare il cambio alla primavera, salutandola fino al prossimo anno. Tanta la luce prevista, perché il Sole raggiungerà il punto di declinazione massimo in cielo, lo Zenit.
In molti a festeggiarlo, rispettando una lunghissima tradizione, che riunisce popolazioni e culture differenti. Questa giornata è stata anche scelta dalle Nazioni Unite nel 2014 come Giornata mondiale dello Yoga. La tradizione indiana fa risalire al solstizio d’estate il momento in cui Shiva ha iniziato a trasmettere i propri insegnamenti da guru al prossimo. È quindi usanza da qualche anno riunirsi nei parchi e nelle piazze di tutto il mondo per dar luogo a una pratica collettiva di questa antica disciplina indiana.

PIANETI E ALTRI SPETTACOLI
Gli amanti dell’astronomia lo sanno bene: questo è uno dei periodi migliori dell’anno per volgere il telescopio verso i pianeti.
Primo tra tutti Mercurio, nelle migliori condizioni per essere osservato di sera, soprattutto domenica 16 giugno, quando sarà visibile in cielo per più di un’ora e 45 minuti. Ma anche Venere e Marte doneranno grandi emozioni, così come la Nebulosa Nord America, l’ammasso globulare di Ercole e le galassie a spirale.

 

Tag: , , , , ,

Categorie: Primo piano, Tecnologie

Lascia un commento